Mal di gola

 

faringite e mal di golaDefinizione, cos'è il mal di gola?

Con il termine mal di gola si definisce lo stato doloroso dovuto ad un processo infiammatorio acuto che chiameremo faringite se interessa diffusamente la mucosa faringea, tonsillite se interessa prevalentemente le tonsille e laringite se interessa la laringe.

 

 

Tipologie di mal di gola: virale e batterico

mal di golaLe vittime preferite dal mal di gola sono i bambini perchè hanno le difese immunitarie più deboli ed inoltre è facile tra loro il contagio frequentando asili, scuole, parco giochi. Le infezioni virali sono le più comuni. Si presentano con un forte dolore alla gola che risulta molto arrossata e talvolta con mal di testa, con tosse, raffreddore con scolo nasale e febbre.

Il mal di gola batterico si presenta con dolori alla gola che risulta molto arrossata, con febbre alta, mal di testa, nausea e dolori addominali. Anche il fumo o un abuso di bevande alcoliche o sostanze chimiche irritanti possono determinare un mal di gola. Con l'arrivo della stagione invernale è molto facile prendersi un mal di gola. Non bisogna allarmarsi, perchè la sensazione di bruciore passa da sola in un paio di giorni, ma se è accompagnato da febbre alta e i sintomi sono persistenti, si dovrebbe chiedere una visita medica perchè, in alcuni casi, potrebbe trattarsi di una infezione da streptococchi che va trattata con antibiotici prescritti da un medico.

 

Contagio: trasmissione del mal di gola

contagio-mal-di-gola

La trasmissione del mal di gola avviene tramite tosse o starnuti di una persona infetta o tramite contatto con mani contaminate dai virus o dai batteri. E' importante quindi arieggiare quando è possibile e lavarsi e disinfettarsi frequentemente le mani. Per un mal di gola virale non esistono farmaci specifici. Il modo migliore per guarire presto è seguire una dieta a base di cibi leggeri, bere in quantità e se possibile riposarsi. Se il mal di gola è di origine batterica, potrebbe essere un'infiammazione da streptococchi. In questo caso, tramite un tampone faringeo o analisi del sangue si scoprirà il batterio responsabile e con un antibiotico specifico si guarirà in una decina di giorni ricordandosi di non interrompere l'assunzione dell'antibiotico anche se i sintomi sono migliorati. Anche in questo caso la trasmissione avviene attraverso la tosse, una risata o uno starnuto. Se non curata bene l'infezione batterica può provocare conseguenze come febbre reumatica, scarlattina, quarta malattia e danni renali.

 

Curare il mal di gola: rimedi naturali e farmaci

rimedi mal di gola

Tutto ciò non deve farci preoccupare sempre, infatti il mal di gola comune, associato al comune raffreddore, può essere curato con rimedi che chiamiamo spesso rimedi della nonna o rimedi naturali. Questi combattono i sintomi del mal di gola e stimolano le difese naturali potenziando il sistema immunitario. Vi sono infusi e tisane preparate con singole erbe o miscele di erbe come il timo, il basilico, la malva, l'altea. Si possono usare sciacqui e gargarismi utilizzando limone, verbena, ortica, rosa canina, gocce di eucalipto. In presenza di sintomi evitare i laticini come latte burro e gelati, cibi troppo zuccherini e bevande fredde. Se il mal di gola dura più di tre giorni è opportuno consultare il medico di famiglia che controllerà la gola e ti aiuterà, con opportuna terapia, a guarire presto. Se si è in stato di gravidanza, prima di prendere medicinali o spray o caramelle ad azione balsamica è opportuno far presente al farmacista il proprio stato per ottenere consigli in modo da acquistare prodotti adatti che non provocano danni al feto.

 

Il mal di gola cronico

mal-di-gola-cronico

Alcune volte il mal di gola può essere cronico. La faringite cronica è una forma infiammatoria che può colpire i bambini, gli adulti e gli anziani. E' una infiammazione della membrana faringea e dei linfonodi presenti in alcuni tessuti del collo. Si manifesta con dolore lungo tutto il tratto della gola, con bruciori alla deglutizione e con alitosi. Per questa malattia è importante consultare il medico per riconoscerne i sintomi e stabilire subito una cura adatta.

 

30 rimedi naturali per il mal di gola e consigli utili

rimedi-naturali-mal-di-gola

Chi soffre di mal di gola e, per vari motivi, non può assumere farmaci può ricorrere a diversi rimedi naturali. Alcune sostanze, in natura, funzionano da potenti antinfiammatori. La loro efficacia è reale, non rappresenta un’alternativa della nonna ed è stata dimostrata da studi scientifici.

Vi presentiamo i rimedi naturali di sicura efficacia per il mal di gola causato da virus, batteri ed altre cause come il fumo, l’inquinamento, l’esposizione a sostanze chimiche irritanti, aria troppo secca o troppo umida, il reflusso gastroesofageo, l’uso eccessivo della voce o di sostanze alcoliche.

 

 

Propoli grezza

mal-di-gola-propoli-grezza

Molto efficace il ricorso alla propoli grezza (soprattutto, la tintura madre), un rimedio naturale raro che contrasta le infezioni delle vie respiratorie superiori grazie alle sue proprietà antibatteriche ed antivirali. Per il massimo dell’efficacia, si consiglia la propoli biologica - prodotta da piccoli apicoltori, priva di metalli pesanti, antibiotici ed antiparassitari - rispetto a quella solita o di importazione.

 

Miele grezzo

E’ il miele grezzo, alimento ‘vivo’ non sottoposto a trattamenti termici per la conservazione, il più efficace contro il mal di gola ed è stato dimostrato negli anni Sessanta. Vanta proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie, lenitive, antisettiche grazie al contenuto di acqua ossigenata (perossido di idrogeno) prodotto dall’enzima glucoso-ossidasi. Un classico rimedio della nonna è latte e miele ma c’è da considerare un dettaglio importante: il latte di una volta era molto indicato, fresco di fattoria, biologico nel vero senso del termine. Il latte di oggi, prodotto da allevamenti intensivi e pastorizzato, potrebbe risultare, al contrario, infiammante.

 

Olio di menta

mal-di-gola-olio-di-menta

Sono, in particolare, 4 gli oli essenziali puri al 100% efficaci contro il mal di gola da utilizzare per gargarismi e suffumigi: l’olio essenziale di eucalipto, di pino mugo, l’olio di timo e l’olio di menta.

Quest’ultimo è un antinfiammatorio potente da usare per gargarismi da effettuare più volte al giorno. Basta versarne alcune gocce in 250 ml di acqua tiepida con un cucchiaino di sale integrale.

 

Olio di timo

L’olio essenziale di timo è disinfettante ed antisettico, combatte la formazione di virus e batteri. Diluito nell’olio di oliva extravergine oppure olio di mandorle va applicato frizionando sul petto e sulla gola.

 

Olio di pino mugo

Va applicato come l’olio di timo e rappresenta uno dei rimedi naturali più antichi contro il mal di gola usato in alto Adige.

 

Olio essenziale di eucalipto

E’ l’olio balsamico per eccellenza, quello essenziale puro di eucalipto. L’eucaliptolo ha notevoli proprietà germicide e va usato per preparare suffumigi (3-4 gocce in un litro di acqua bollente) o gargarismi (1-2 gocce in un bicchiere

 

Zenzero crudo

mal-di-gola-zenzero-crudo

E’ importante specificare che lo zenzero come rimedio contro mal di gola e tosse deve essere crudo e non trattato con pesticidi. In questo modo, tagliato a pezzetti e mangiato fresco, riesce a svolgere al meglio la sua azione antinfiammatoria. Essiccato non solo non farebbe effetto ma potrebbe peggiorare lo stato infiammatorio.

 

Echinacea

Studi clinici eseguiti sui bambini hanno dimostrato che l’azione combinata di echinacea, propoli e vitamina C ha diminuito i casi di infezioni delle prime vie aeree ed anche la durata della malattia.

L’echinacea dalla proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, antivirali ed immunostimolanti, previene e cura tosse, mal di gola, raffreddore ed influenza in modo naturale. Per la prevenzione va assunta all’inizio dell’autunno. E’ sempre meglio tenerne una buona scorta in casa di echinacea per preparare una tisana calda.

 

Tisana di menta

In genere, le tisane sono ottime per mantenere idratato l’organismo se vengono preparate facendo uso di erbe biologiche in foglie. In particolare, la tisana di mente attenua il mal di gola e serve ad abbassare la febbre. Altre piante con proprietà antisettiche contro mal di gola e tosse sono fiordaliso, piantaggine, alchemilla e girasole.

 

Aceto di mele

Antibatterico ed antinfiammatorio, l’aceto di mele può essere usato diluendolo in piccole quantità in un bicchiere d’acqua oppure una bevanda calda. Può anche essere aggiunto in una pentola di acqua bollente per fare suffumigi e funziona anche per i gargarismi.

 

Cannella

mal-di-gola-cannella-rimedio

La cannella è un altro rimedio naturale, prezioso e potente. Potrete preparare una tisana con questa spezia (sia in polvere sia in stecca da grattugiare) unendo il pepe.

 

Limone

Il succo di limone ha un’azione antibatterica e disinfettante del cavo orale e risulta molto utile in caso di mal di gola. Si può usare diluendolo in bevande calde (tè caldo) o fredde (limonata con acqua fresca) oppure per fare gargarismi.

 

Cipolla

La cipolla è un vero e proprio antibiotico ed antinfiammatorio naturale. L’azione della cipolla è particolarmente efficace se preparata in forma di tisana a base di bucce. Basta far bollire la buccia di mezza cipolla per una tazza di acqua, filtrare e bere la tisana tiepida dolcificandola se volete.

 

Aglio

Come la cipolla, l’aglio è antibiotico ed antinfiammatorio. Potete mangiarlo crudo oppure preparare un decotto.

 

Liquirizia

La liquirizia pura è uno dei rimedi naturali più efficaci contro l’infiammazione ed il mal di gola. Si possono masticare i bastoncini di liquirizia o preparare un infuso aggiungendo foglie di alloro. La liquirizia ha una controindicazione: è sconsigliata a chi soffre di ipertensione.

 

Maggiorana

mal-di-gola-maggiorana

Di solito, la maggiorana si usa per curare lo stress ma è un valido aiuto anche contro mal di gola e catarro. Si può usare l’olio essenziale di maggiorana aggiungendo in acqua bollente alcune gocce per la preparazione di suffumigi, mentre per i gargarismi basterà preparare un infuso con 2 cucchiaini di foglie essiccate in una tazza di acqua calda.

 

Salvia

Oltre ad essere un digestivo, la salvia è un battericida naturale. E’ possibile preparare tisane con 2 cucchiaini di foglie essiccate in una tazza d’acqua calda da bere 2-3 volte al giorno. Tiepido o freddo, l’infuso può essere usato anche per gargarismi. La tisana a base di salvia con aggiunta di timo, antibatterici e decongestionanti, funziona.

 

Fieno greco

mal-di-gola-fieno-greco

Il fieno greco combatte il mal di gola perché ha proprietà antinfiammatorie ed antisettiche. Con 12 grammi in 250 ml di acqua calda si prepara un decotto da usare tiepido per i gargarismi.

 

Golden Milk

Il Golden Milk è un potente antinfiammatorio indicato sia per le articolazioni sia per raffreddore e mal di gola. E’ possibile aggiungere alla tisana il miele per renderlo non solo più buono ma più efficace. Grazie alla presenza di curcuma, rafforza le difese immunitarie per accelerare i tempi di guarigione.

 

Ribes nigrum

Il Ribes nigrum o ribes nero funziona al meglio in forma di colluttorio per eseguire sciacqui mirati e gargarismi.

 

Erisimo

mal-di-gola-erisimo

L’erisimo, detto ‘erba dei cantanti’ perché interviene in caso di abbassamento o perdita della voce, è un validissimo antinfiammatorio dall’azione antisettica.

 

Acqua e sale

E’ il rimedio più semplice e, probabilmente, il più antico, quello di fare gargarismi con mezzo cucchiaino di sale aggiunto in un bicchiere d’acqua tiepida.

 

Tea Tree Oil

E’ un rimedio fitoterapico antibatterico ed antinfiammatorio indicato per faringiti e laringiti. Bastano 3-5 gocce di Tea Tree Oil diluito in acqua per preparare gargarismi da effettuare 3-4 volte al giorno.

 

Ginseng siberiano

Il vegetale che cresce nelle steppe russe noto come ginseng siberiano è particolarmente adatto a prevenire il mal di gola perché è ricco di principi attivi che rafforzano le difese immunitarie e svolge un’azione ricostituente. Viene commercializzato in capsule e la regola è assumerne una al giorno per almeno un mese.

 

Acerola

mal-di-gola-acerola

L’acerola serve, principalmente, a scongiurare il mal di gola. Ai primi sintomi di bruciore di gola va assunta questa pianta che è una vera e propria miniera di vitamina C che potenzia il sistema immunitario. Basta assumerne una capsula prima dei pasti principali con un bicchiere d’acqua per almeno una settimana.

 

Sambuco

Il sambuco funziona per liberare le vie aeree e spegnere l’infiammazione alla gola. Va assunto in succo oppure in tisana.

 

Curcuma e miele

Curcuma e miele formano l’accoppiata naturale vincente contro il mal di gola. Combinati insieme con l’aggiunta di qualche goccia di limone, sono un rimedio potente ad azione antinfiammatoria e antibatterica.

 

Camomilla

Sono note le proprietà antibatteriche, antimicotiche, sedative ed antinfiammatorie della camomilla da assumere come tisana o da usare per gargarismi.

 

Spirea

mal-di-gola-spirea

La spirea è un valido antinfiammatorio ed un calmante. Contiene salicilati ad azione analgesica ed antipiretica.

 

Menta, arancio amaro ed eucalipto

I suffumigi a base di menta, arancio amaro ed eucalipto svolgono un’azione balsamica, espettorante, decongestionante, disinfettante ed antinfiammatoria.

 

Consigli

bere-acqua-mal-di-gola

Nel suggerirvi tutti i principali rimedi naturali per combattere e, possibilmente, sconfiggere il mal di gola, vi diamo qualche suggerimento per accelerare la guarigione o prevenire il disturbo:

  • bevete molta acqua durante il giorno;

  • consumate molta frutta e verdura (soprattutto, le vitamine A, C e D che rafforzano le difese immunitarie), ma anche yogurt con fermenti lattici vivi o probiotici;

  • bandite il caffè e le bevande contenenti caffeina che disidratano;

  • evitate i cibi piccanti che irritano le mucose (come il peperoncino) o difficili da digerire (come i grassi e le fritture);

  • mantenete il vostro ambiente ai giusti livelli di umidità (40-60%);

  • riposare più del solito sia con il corpo che con la voce.

Mal di gola e gelato

 

gelato-e-mal-di-gola

Ricordi il momento in cui tua madre ha strappato senza pietà quel cono gelato quando hai avuto un mal di gola? Per quanto crudele quel gesto ti sia sembrato, la maggior parte delle persone crede che il gelato peggiori le cose quando hai la tosse o il raffreddore.

Tuttavia, potresti avere una bella sorpresa nel sapere che, a quanto pare, lungi dall'essere la cosa peggiore per il mal di gola, il gelato può effettivamente aiutare a dare sollievo!

Almeno una volta nella vita tutti abbiamo tutti sofferto di mal di gola, e sappiamo quanto possa essere insopportabile!

La deglutizione ti causa dolore estremo, puoi a malapena parlare e vuoi solo che il disagio scompaia.

 

 

Ci sono un certo numero di cause che possono provare il mal di gola:

·         Virus o batteri che causano infezioni virali come l'influenza, la mononucleosi, il morbillo e la varicella;

·         Fattori ambientali quali allergie, aria secca, fumo di sigaretta e urla;

·         Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).

 

La stragrande maggioranza dei casi di mal di gola è però causata da virus, motivo per cui la maggior parte delle persone associa il mal di gola all'influenza.

In questo caso i rimedi casalinghi sono una considerazione importante nella gestione della faringite o del mal di gola.

Mangiare i giusti tipi di alimenti può alleviare una gola irritata e dolorante: tra questi i cibi freddi come il gelato sono comunemente raccomandati per lenire e intorpidire il mal di gola, anche se alcuni tipi di gelato possono causare irritazione o sono addirittura sconsigliati.

È diffusa la convinzione che i prodotti lattiero-caseari possano aumentare le infiammazioni del cavo orale, la congestione nasale e aggravare i problemi respiratori.

Tradizionalmente, abbiamo spesso sentito dire che il gelato potesse dare i brividi, peggiorando il tuo raffreddore o irritando la gola, aumentando la probabilità di tossire.

La scienza, tuttavia, ha una storia diversa da raccontare.

 

Secondo il numero di gennaio 2013 di "Institute for Clinical Systems Improvement", tra i rimedi casalinghi per il trattamento del mal di gola mangiare cibi morbidi e non irritanti, succhiare caramelle o ghiaccio, mangiare dessert ghiacciati come ghiaccioli o gelati e bere liquidi freddi o caldi può aiutare a intorpidire l'area dolorante o lenire il mal di gola.

Vediamo dunque perché il gelato può fare bene in caso di mal di gola e quali sono le eventuali controindicazioni.

 

 

Mal di gola e gelato: i benefici e gli svantaggi

mangiare-gelato-con-il-mal-di-gola

Avere un raffreddore o un mal di gola spesso può rovinarci la giornata,  ma la buona notizia è che a volte può essere una buona scusa per gustare più spesso un buon gelato senza sensi di colpa!

Ma il gelato può davvero fare bene per il mal di gola?

Secondo alcuni esperti medici, il gelato, a causa della sua freddezza, agisce da anestetico e intorpidisce la gola. Quindi, anche se in realtà non "cura" un colpo di tosse o un raffreddore, può fornire un sollievo temporaneo.

Alcuni suggeriscono che il gelato non dovrebbe mai essere mangiato mentre si è malati, mentre altri sostengono che proprio il gelato debba essere inserito tra i “rimedi” per curare il mal di gola.

 

Partiamo da questa ultima ipotesi.

 

Il gelato può far bene al mal di gola sostanzialmente per due motivi:

1.      Allevia il dolore

Il gelato con la sua freddezza può funzionare come un anestetico per lenire l'infiammazione e darti sollievo temporaneo.

Basta ricordare di  scegliere un semplice gelato aromatizzato come la vaniglia o il cioccolato.

Qualsiasi gelato con pezzi di caramelle o quelli che contengono succhi di frutta, come i sorbetti d'arancia, dovrebbe essere evitato perché possono causare irritazione alla gola.

 

2.      Fornisce calorie

Beh, il fatto che fornisca calorie potrebbe non sembrarti proprio un vantaggio, ma in realtà lo è quando si è debilitati e si ha la necessità di riprendersi da uno stato influenzale.

Siamo d'accordo, esistono tanti altri alimenti, sani e nutrienti, che possiamo scegliere per cercare di combattere la debolezza associata ad uno stato influenzale ma non tutti possono essere consumati quando soffriamo di quel fastidioso bruciore alla gola che ci impedisce di deglutire!

Via col gelato allora!

Il fatto che il gelato sia morbido facilita la deglutizione anche con il mal di gola.

Come altri dessert surgelati, insomma, il gelato può intorpidire la gola e darvi un sollievo temporaneo. Il gelato può anche essere semplicemente un alimento non irritante da consumare quando fa male la gola.

 

 

Mal di gola e ghiaccioli

ghiaccioli-e-mal-di-gola

I ghiaccioli sarebbero un buon trattamento per il mal di gola in quanto hanno un effetto di raffreddamento locale sui tessuti infiammati e possono avere uno specifico effetto inibitorio sui nervi sensibili al dolore nella gola.

I pezzi di di ghiaccio abbassano la temperatura delle terminazioni nervose nella gola, riducendo così i segnali di dolore. Questo metodo attiva anche un recettore chiamato Melastin 8, potenziale recettore transitorio, che provoca sollievo dal dolore.

 

Gelato e mal di gola: controindicazioni

mal-di-gola-e-gelat

Se, però, da una parte è vero che si può essere in grado di gustare il gelato quando si ha un mal di gola, alcune scelte possono causare irritazione.

Ad esempio, il gelato con noci, biscotti o altri condimenti per caramelle può essere difficile da ingoiare o irritante per la gola.

Alcuni tipi di gelato estremamente dolci, come quelli con salsa al caramello o fondente, possono essere più irritanti per una gola infiammata.

Se hai un'intolleranza al latte o un'allergia, il gelato non è una buona scelta per te, opta in questo caso per prodotti surgelati non caseari come il sorbetto o il ghiacciolo, che possono permetterti di raggiungere gli stessi risultati.

Puoi anche provare ad assumere una bevanda fresca, come l'estratto di frutta, naturale e benefico (su questo sito puoi trovare informazioni utili huromitalia.it/succo-hurom), che ti consentirà anche di fare il pieno di vitamine con gusto!

Ricorda che il gelato contiene lattosio: sebbene non esista una correlazione diretta tra l'assunzione di latticini e la produzione di flemma, il lattosio in essi contenuti potrebbe aumentarne lo spessore. Una flemma più voluminosa irriterà rapidamente la gola e probabilmente peggiorerà la tosse.

In particolare alcuni sostengono che il consumo di gelato in caso di mal di gola e influenza possa peggiorarne i sintomi in quanto favorisce l'aumento o la formazione di muco, ma non vi sono prove scientifiche al riguardo. Il consiglio è di sorseggiare un'abbondante bicchiere d'acqua dopo aver mangiato il gelato per evitare il deposito degli zuccheri di cui si alimentano i batteri.

 

Se si hanno restrizioni dietetiche, inoltre, anche l'assunzione di gelato contro il mal di gola può non essere particolarmente consigliabile: il gelato è infatti un alimento ad alto contenuto di zuccheri, dannosi non solo per la linea ma anche responsabili dello stato infiammatorio, aiutando i batteri a prosperare e facendo crescere le possibilità di infezione.

Come con qualsiasi cibo o comportamento, la moderazione è sempre la giusta chiave.

Fastidio alla gola: cause, sintomi, rimedi, farmaci

 

fastidio-alla-gola

Una patologia abbastanza comune che colpisce un po’ tutti soprattutto durante i mesi invernali o durante il cambio di stagione è il mal di gola. Si tratta di un’infezione di origine virale o batterica a carico della faringe, laringe, corde vocali o delle tonsille.

Generalmente questo fastidio alla gola cge chiamiamo anche nodo alla gola o groppo alla gola è di carattere acuto cioè dura da qualche giorno fino ad un massimo di una settimana per poi scomparire. Tuttavia il disturbo può anche essere di carattere cronico ovvero quando perdura per moltissimo tempo.

 

 

I sintomi del fastidio alla gola

fastidio-alla-gola-sintomi-cause

Ma quali sono i sintomi che si avvertono? Scopriamolo immediatamente:

 

Diversi sono i segnali che si possono riscontrare:

 

A seconda dell’entità dell’infiammazione, i sintomi possono essere di carattere lieve ma anche forte quindi da un piccolo pizzicore si può passare nell’arco di breve tempo ad un dolore intenso correlato a sua volta da una difficoltà a deglutire.

Il mal di gola è generalmente più severo al mattino perché il cavo orale durante la notte tende a seccarsi. Quindi quando ci si alza è normale avvertire un forte malessere.

Tuttavia il fastidio che si avverte in gola non è grave e di conseguenza si risolve spontaneamente nel giro di qualche giorno.

 

nodo-alla-gola

Ci possono essere d’altro canto alcune infezioni sia batteriche che virali che portano ad altri problemi gravi, come ad esempio lo streptococco in quanto può innescare a sua volta altre problematiche del tipo:

  • Otite;

  • scarlattina;

  • tonsillite;

  • sinusite;

  • infiammazione a carico dei reni;

  • febbre reumatica che può danneggiare alcuni organi come il cuore.

 

 

Lo streptococco è più comune nei bambini a partire dai 5 anni di età, anche se non si esclude che anche gli adulti possano essere colpiti da questo batterio.

Un occhio di riguardo anche per le donne in gravidanza. Durante la gestazione è normale che l’organismo tende ad indebolirsi, ragion per cui il fastidio alla gola può essere uno dei tanti segni comuni che possono insorgere durante questo periodo particolare.

In caso di comparsa del mal di gola ma senza altri sintomi, non c’è assolutamente da preoccuparsi, perché si tratta nella maggior parte dei casi di una semplice forma virale, tuttavia è sempre aggiornare il  medico sul proprio stato di salute in maniera tale da accordare qualche trattamento specifico in caso di manifestazione di altri sintomi.

 

Fastidio alla gola: cause

groppo-alla-gola

Come è stato illustrato in precedenza le cause principali del fastidio alla gola possono essere di origine virale come ad esempio raffreddore o influenza, o di origine batterica (piuttosto rare) che coinvolgono le tonsille e la gola, ma che solitamente non hanno la capacità di raggiungere i polmoni.

I sintomi correlati a disturbi di origine batterica sono più gravi rispetto a quelli virali, ma in entrambi i casi la sintomatologia tende ad attenuarsi dopo qualche giorno senza arrecare nessun problema importante.

Naturalmente tra le cause annoveriamo altresì cattivi stili di vita, inalazione di sostanze irritanti quali smog, fumo, reflusso gastro-esofageo, mononucleosi, aria troppo secca o troppo umida, vapori irritanti.

Sforzare eccessivamente la voce può essere anche causa di mal di gola.

 

Fastidio alla gola: cosa non fare

fastidio-alla-gola-fumo

Partiamo dapprima da alcuni errori da evitare in modo tale da non peggiorare ancora di più la situazione:

  • Assumere antibiotici senza il consenso del medico: si può ricorrere a tale trattamento soltanto se l’infezione è di origine batterica e non virale;

  • Bere tisane o bevande bollenti: erroneamente a quanto si possa credere, tutte le bevande bollenti rischiano di far peggiorare la situazione perché con il calore la gola tende ad irritarsi ancora di più;

  • Consumare cibi irritanti: ci sono alcuni alimenti soprattutto quelli piccanti che possono incrementare ancora di più il fastidio;

  • Interrompere improvvisamente il trattamento farmacologico: se il medico prescrive una terapia antibiotica e nel giro di qualche giorno si intravedono i primi miglioramenti, non bisogna assolutamente interromperla ma occorre seguire le disposizioni del medico;

  • Fare gargarismi con il limone: sebbene sia considerato un rimedio naturale efficace a tutti gli effetti, in questo caso utilizzarlo per fare gargarismi può risultare controproducente perché si rischia di irritare maggiormente le mucose della gola;

  • Fumare: non bisogna assolutamente fumare o comunque respirare del fumo passivo in quanto crea un effetto negativo

  • Trascurare l’idratazione: è vero che quando si accusa un fastidio alla gola si vorrebbe evitare di mangiare e di bere, tuttavia idratare la mucosa orale si rivela di vitale importanza. La sensazione di gola secca tende così ad attenuarsi e di conseguenza si avvertirà meno dolore.

 

Com'è possibile prevenire il fastidio alla gola?

fastidio-alla-gola-prevenzione

Ci sono tuttavia alcuni accorgimenti che se utilizzati con intelligenza possono prevenire questo fastidio.

La prevenzione dunque, riveste un ruolo fondamentale sia nei bambini che sono fortemente esposti al contagio ma anche negli adulti:

  • Evitare di respirare agenti inquinanti come fumo, smog e polveri;

  • Proteggere la gola con un foulard o sciarpa soprattutto durante i mesi freddi o di fronte a cambi repentini di temperatura;

  • Evitare gli ambienti dove la concentrazione di aria calda è molto alta;

  • Mantenere la gola idratata;

  • Evitare di scambiare oggetti in comune asciugamani, posate, bicchieri;

  • Tossire o starnutire in un fazzoletto di carta per poi buttarlo via;

  • tv, telecomandi, telefoni e tastiere devono essere sempre perfettamente puliti con un detergente disinfettante;

  • Stare in casa per quanto possibile, per evitare di contaminare gli altri;

  • Assolutamente è vietato fumare (come detto in precedenza);

  • se l’aria di casa è tendenzialmente secca, umidificarla con un apposito umidificatore.

 

 

Rimedi naturali per il fastidio alla gola

fastidio-alla-gola-rimedi-naturali-miele-limone

Quali sono i rimedi naturali che si possono prendere in considerazione per attenuare il fastidio alla gola o eliminare definitivamente il problema?

Il ricorso a erbe e rimedi naturali rappresenta la strategia più funzionale per combattere efficacemente il mal di gola. Naturalmente non bisogna attendere che il disturbo possa peggiorare ma occorre agire prontamente.

Grazie all’azione antimicrobica nei confronti di batteri e virus, la propoli grezza si rivela un espediente molto efficiente. Infatti sono moltissime le conferme scientifiche che attestano l’efficacia di questa pianta. In particolar modo la tintura madre grezza ha mostrato un’importante azione antivirale e antibatterica.

Anche lo zenzero crudo ha la sua importanza, in quanto svolge un’azione antinfiammatoria. Attenzione però a non utilizzare quello essiccato perché la situazione potrebbe peggiorare visto che c’è il rischio che lo stato infiammatorio aumenti.

Utilizzare il miele insieme al limone è un altro valido aiuto. In un bicchiere di acqua calda aggiungere qualche goccia di succo di limone e due cucchiaini di miele. Mescolare e bere il preparato ancora caldo, non bollente! Il miele aiuta a lenire il mal di gola mentre il limone a liberarsi eventualmente della presenza di muco.

Ma tra i rimedi naturali rientrano gli oli essenziali puri al 100%. Quelli maggiormente efficaci sono l’olio di menta e quello di timo.

Per quanto riguarda l’olio di menta, può essere impiegato nei gargarismi. Per preparare la soluzione procedere in questo modo: mettere alcune gocce di olio essenziale di menta in 250 ml di acqua tiepida con l’aggiunta di un cucchiaino raso di sale. Mescolare e in seguito procedere con i gargarismi. E’ consigliabile risciacquare la gola più volte al giorno con questo preparato.

Anche la tisana alla menta è un buon coadiuvante per il mal di gola e abbassare la temperatura corporea in caso di febbre alta.

L’olio essenziale di timo invece si potrebbe utilizzare come disinfettante e antisettico. Fare dei suffumigi con questo rimedio si rivela veramente salutare. In una pentola di acqua bollente versare 3 o 4 gocce di olio di timo e respirare profondamente il vapore.

 

Fastidio alla gola: farmaci

fastidio-alla-gola-farmaci

Generalmente utilizzando i rimedi naturali sopra descritti, il problema dovrebbe risolversi nel giro di qualche giorno. Se ciò non dovesse accadere la prima cosa da fare è contattare il proprio medico di fiducia, il quale valutando lo stato clinico del paziente attuerà la terapia più idonea, anche se c’è da dire che quando il mal di gola è di origine virale non sussiste una terapia medica vera e propria.

Generalmente un buon riposo associato ad un’assunzione di liquidi, accelera i tempi di guarigione. A tal proposito è bene bere molta acqua e assumere alimenti liquidi come brodi o zuppe.

Per poter alleviare il dolore e il bruciore si possono utilizzare alcuni farmaci antinfiammatori a base di Ibuprofene o ketoprofene, o in alternativa un analgesico come il paracetamolo (da acquistare in farmacia o anche online risparmiando ad esempio su promozionifarmacia.it).

E’ altamente sconsigliato somministrare l’aspirina soprattutto ai ragazzi di età inferiore ai 16 anni, perché subentra il rischio che possano essere colpiti dalla sindrome di Reye, una malattia rara e pericolosa.

Se il mal di gola è di origine batterica in tal caso occorrerà utilizzare un antibiotico per contrastare i batteri. Naturalmente bisogna seguire scrupolosamente le indicazioni del medico anche se si avvertono i primi miglioramenti dopo qualche giorno. Seguire l’intero corso della terapia è di vitale importanza perché questo aiuta a non far ripresentare nuovamente l’infezione.

fuoco di sant'Antonio

fuoco-di-santantonio

Qual'è il tuo peso ideale?

Stitichezza: le cure

Denti bianchi: il segreto

Cure caduta capelli

Rimedi periartrite

Rimedi colite

Unghie gel e smalto

Rimedi amenorrea

Miglior contorno occhi

Cure per la gastrite

Uveite: cause e rimedi

Demenza senile

Brufoli: come eliminarli

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo