Mal di gola

 

faringite e mal di golaDefinizione, cos'è il mal di gola?

Con il termine mal di gola si definisce lo stato doloroso dovuto ad un processo infiammatorio acuto che chiameremo faringite se interessa diffusamente la mucosa faringea, tonsillite se interessa prevalentemente le tonsille e laringite se interessa la laringe.

 

 

Tipologie di mal di gola: virale e batterico

mal di golaLe vittime preferite dal mal di gola sono i bambini perchè hanno le difese immunitarie più deboli ed inoltre è facile tra loro il contagio frequentando asili, scuole, parco giochi. Le infezioni virali sono le più comuni. Si presentano con un forte dolore alla gola che risulta molto arrossata e talvolta con mal di testa, con tosse, raffreddore con scolo nasale e febbre.

Il mal di gola batterico si presenta con dolori alla gola che risulta molto arrossata, con febbre alta, mal di testa, nausea e dolori addominali. Anche il fumo o un abuso di bevande alcoliche o sostanze chimiche irritanti possono determinare un mal di gola. Con l'arrivo della stagione invernale è molto facile prendersi un mal di gola. Non bisogna allarmarsi, perchè la sensazione di bruciore passa da sola in un paio di giorni, ma se è accompagnato da febbre alta e i sintomi sono persistenti, si dovrebbe chiedere una visita medica perchè, in alcuni casi, potrebbe trattarsi di una infezione da streptococchi che va trattata con antibiotici prescritti da un medico.

 

Contagio: trasmissione del mal di gola

contagio-mal-di-gola

La trasmissione del mal di gola avviene tramite tosse o starnuti di una persona infetta o tramite contatto con mani contaminate dai virus o dai batteri. E' importante quindi arieggiare quando è possibile e lavarsi e disinfettarsi frequentemente le mani. Per un mal di gola virale non esistono farmaci specifici. Il modo migliore per guarire presto è seguire una dieta a base di cibi leggeri, bere in quantità e se possibile riposarsi. Se il mal di gola è di origine batterica, potrebbe essere un'infiammazione da streptococchi. In questo caso, tramite un tampone faringeo o analisi del sangue si scoprirà il batterio responsabile e con un antibiotico specifico si guarirà in una decina di giorni ricordandosi di non interrompere l'assunzione dell'antibiotico anche se i sintomi sono migliorati. Anche in questo caso la trasmissione avviene attraverso la tosse, una risata o uno starnuto. Se non curata bene l'infezione batterica può provocare conseguenze come febbre reumatica, scarlattina, quarta malattia e danni renali.

 

Curare il mal di gola: rimedi naturali e farmaci

rimedi mal di gola

Tutto ciò non deve farci preoccupare sempre, infatti il mal di gola comune, associato al comune raffreddore, può essere curato con rimedi che chiamiamo spesso rimedi della nonna o rimedi naturali. Questi combattono i sintomi del mal di gola e stimolano le difese naturali potenziando il sistema immunitario. Vi sono infusi e tisane preparate con singole erbe o miscele di erbe come il timo, il basilico, la malva, l'altea. Si possono usare sciacqui e gargarismi utilizzando limone, verbena, ortica, rosa canina, gocce di eucalipto. In presenza di sintomi evitare i laticini come latte burro e gelati, cibi troppo zuccherini e bevande fredde. Se il mal di gola dura più di tre giorni è opportuno consultare il medico di famiglia che controllerà la gola e ti aiuterà, con opportuna terapia, a guarire presto. Se si è in stato di gravidanza, prima di prendere medicinali o spray o caramelle ad azione balsamica è opportuno far presente al farmacista il proprio stato per ottenere consigli in modo da acquistare prodotti adatti che non provocano danni al feto.

 

Il mal di gola cronico

mal-di-gola-cronico

Alcune volte il mal di gola può essere cronico. La faringite cronica è una forma infiammatoria che può colpire i bambini, gli adulti e gli anziani. E' una infiammazione della membrana faringea e dei linfonodi presenti in alcuni tessuti del collo. Si manifesta con dolore lungo tutto il tratto della gola, con bruciori alla deglutizione e con alitosi. Per questa malattia è importante consultare il medico per riconoscerne i sintomi e stabilire subito una cura adatta.

 

30 rimedi naturali per il mal di gola e consigli utili

rimedi-naturali-mal-di-gola

Chi soffre di mal di gola e, per vari motivi, non può assumere farmaci può ricorrere a diversi rimedi naturali. Alcune sostanze, in natura, funzionano da potenti antinfiammatori. La loro efficacia è reale, non rappresenta un’alternativa della nonna ed è stata dimostrata da studi scientifici.

Vi presentiamo i rimedi naturali di sicura efficacia per il mal di gola causato da virus, batteri ed altre cause come il fumo, l’inquinamento, l’esposizione a sostanze chimiche irritanti, aria troppo secca o troppo umida, il reflusso gastroesofageo, l’uso eccessivo della voce o di sostanze alcoliche.

 

 

Propoli grezza

mal-di-gola-propoli-grezza

Molto efficace il ricorso alla propoli grezza (soprattutto, la tintura madre), un rimedio naturale raro che contrasta le infezioni delle vie respiratorie superiori grazie alle sue proprietà antibatteriche ed antivirali. Per il massimo dell’efficacia, si consiglia la propoli biologica - prodotta da piccoli apicoltori, priva di metalli pesanti, antibiotici ed antiparassitari - rispetto a quella solita o di importazione.

 

Miele grezzo

E’ il miele grezzo, alimento ‘vivo’ non sottoposto a trattamenti termici per la conservazione, il più efficace contro il mal di gola ed è stato dimostrato negli anni Sessanta. Vanta proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie, lenitive, antisettiche grazie al contenuto di acqua ossigenata (perossido di idrogeno) prodotto dall’enzima glucoso-ossidasi. Un classico rimedio della nonna è latte e miele ma c’è da considerare un dettaglio importante: il latte di una volta era molto indicato, fresco di fattoria, biologico nel vero senso del termine. Il latte di oggi, prodotto da allevamenti intensivi e pastorizzato, potrebbe risultare, al contrario, infiammante.

 

Olio di menta

mal-di-gola-olio-di-menta

Sono, in particolare, 4 gli oli essenziali puri al 100% efficaci contro il mal di gola da utilizzare per gargarismi e suffumigi: l’olio essenziale di eucalipto, di pino mugo, l’olio di timo e l’olio di menta.

Quest’ultimo è un antinfiammatorio potente da usare per gargarismi da effettuare più volte al giorno. Basta versarne alcune gocce in 250 ml di acqua tiepida con un cucchiaino di sale integrale.

 

Olio di timo

L’olio essenziale di timo è disinfettante ed antisettico, combatte la formazione di virus e batteri. Diluito nell’olio di oliva extravergine oppure olio di mandorle va applicato frizionando sul petto e sulla gola.

 

Olio di pino mugo

Va applicato come l’olio di timo e rappresenta uno dei rimedi naturali più antichi contro il mal di gola usato in alto Adige.

 

Olio essenziale di eucalipto

E’ l’olio balsamico per eccellenza, quello essenziale puro di eucalipto. L’eucaliptolo ha notevoli proprietà germicide e va usato per preparare suffumigi (3-4 gocce in un litro di acqua bollente) o gargarismi (1-2 gocce in un bicchiere

 

Zenzero crudo

mal-di-gola-zenzero-crudo

E’ importante specificare che lo zenzero come rimedio contro mal di gola e tosse deve essere crudo e non trattato con pesticidi. In questo modo, tagliato a pezzetti e mangiato fresco, riesce a svolgere al meglio la sua azione antinfiammatoria. Essiccato non solo non farebbe effetto ma potrebbe peggiorare lo stato infiammatorio.

 

Echinacea

Studi clinici eseguiti sui bambini hanno dimostrato che l’azione combinata di echinacea, propoli e vitamina C ha diminuito i casi di infezioni delle prime vie aeree ed anche la durata della malattia.

L’echinacea dalla proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, antivirali ed immunostimolanti, previene e cura tosse, mal di gola, raffreddore ed influenza in modo naturale. Per la prevenzione va assunta all’inizio dell’autunno. E’ sempre meglio tenerne una buona scorta in casa di echinacea per preparare una tisana calda.

 

Tisana di menta

In genere, le tisane sono ottime per mantenere idratato l’organismo se vengono preparate facendo uso di erbe biologiche in foglie. In particolare, la tisana di mente attenua il mal di gola e serve ad abbassare la febbre. Altre piante con proprietà antisettiche contro mal di gola e tosse sono fiordaliso, piantaggine, alchemilla e girasole.

 

Aceto di mele

Antibatterico ed antinfiammatorio, l’aceto di mele può essere usato diluendolo in piccole quantità in un bicchiere d’acqua oppure una bevanda calda. Può anche essere aggiunto in una pentola di acqua bollente per fare suffumigi e funziona anche per i gargarismi.

 

Cannella

mal-di-gola-cannella-rimedio

La cannella è un altro rimedio naturale, prezioso e potente. Potrete preparare una tisana con questa spezia (sia in polvere sia in stecca da grattugiare) unendo il pepe.

 

Limone

Il succo di limone ha un’azione antibatterica e disinfettante del cavo orale e risulta molto utile in caso di mal di gola. Si può usare diluendolo in bevande calde (tè caldo) o fredde (limonata con acqua fresca) oppure per fare gargarismi.

 

Cipolla

La cipolla è un vero e proprio antibiotico ed antinfiammatorio naturale. L’azione della cipolla è particolarmente efficace se preparata in forma di tisana a base di bucce. Basta far bollire la buccia di mezza cipolla per una tazza di acqua, filtrare e bere la tisana tiepida dolcificandola se volete.

 

Aglio

Come la cipolla, l’aglio è antibiotico ed antinfiammatorio. Potete mangiarlo crudo oppure preparare un decotto.

 

Liquirizia

La liquirizia pura è uno dei rimedi naturali più efficaci contro l’infiammazione ed il mal di gola. Si possono masticare i bastoncini di liquirizia o preparare un infuso aggiungendo foglie di alloro. La liquirizia ha una controindicazione: è sconsigliata a chi soffre di ipertensione.

 

Maggiorana

mal-di-gola-maggiorana

Di solito, la maggiorana si usa per curare lo stress ma è un valido aiuto anche contro mal di gola e catarro. Si può usare l’olio essenziale di maggiorana aggiungendo in acqua bollente alcune gocce per la preparazione di suffumigi, mentre per i gargarismi basterà preparare un infuso con 2 cucchiaini di foglie essiccate in una tazza di acqua calda.

 

Salvia

Oltre ad essere un digestivo, la salvia è un battericida naturale. E’ possibile preparare tisane con 2 cucchiaini di foglie essiccate in una tazza d’acqua calda da bere 2-3 volte al giorno. Tiepido o freddo, l’infuso può essere usato anche per gargarismi. La tisana a base di salvia con aggiunta di timo, antibatterici e decongestionanti, funziona.

 

Fieno greco

mal-di-gola-fieno-greco

Il fieno greco combatte il mal di gola perché ha proprietà antinfiammatorie ed antisettiche. Con 12 grammi in 250 ml di acqua calda si prepara un decotto da usare tiepido per i gargarismi.

 

Golden Milk

Il Golden Milk è un potente antinfiammatorio indicato sia per le articolazioni sia per raffreddore e mal di gola. E’ possibile aggiungere alla tisana il miele per renderlo non solo più buono ma più efficace. Grazie alla presenza di curcuma, rafforza le difese immunitarie per accelerare i tempi di guarigione.

 

Ribes nigrum

Il Ribes nigrum o ribes nero funziona al meglio in forma di colluttorio per eseguire sciacqui mirati e gargarismi.

 

Erisimo

mal-di-gola-erisimo

L’erisimo, detto ‘erba dei cantanti’ perché interviene in caso di abbassamento o perdita della voce, è un validissimo antinfiammatorio dall’azione antisettica.

 

Acqua e sale

E’ il rimedio più semplice e, probabilmente, il più antico, quello di fare gargarismi con mezzo cucchiaino di sale aggiunto in un bicchiere d’acqua tiepida.

 

Tea Tree Oil

E’ un rimedio fitoterapico antibatterico ed antinfiammatorio indicato per faringiti e laringiti. Bastano 3-5 gocce di Tea Tree Oil diluito in acqua per preparare gargarismi da effettuare 3-4 volte al giorno.

 

Ginseng siberiano

Il vegetale che cresce nelle steppe russe noto come ginseng siberiano è particolarmente adatto a prevenire il mal di gola perché è ricco di principi attivi che rafforzano le difese immunitarie e svolge un’azione ricostituente. Viene commercializzato in capsule e la regola è assumerne una al giorno per almeno un mese.

 

Acerola

mal-di-gola-acerola

L’acerola serve, principalmente, a scongiurare il mal di gola. Ai primi sintomi di bruciore di gola va assunta questa pianta che è una vera e propria miniera di vitamina C che potenzia il sistema immunitario. Basta assumerne una capsula prima dei pasti principali con un bicchiere d’acqua per almeno una settimana.

 

Sambuco

Il sambuco funziona per liberare le vie aeree e spegnere l’infiammazione alla gola. Va assunto in succo oppure in tisana.

 

Curcuma e miele

Curcuma e miele formano l’accoppiata naturale vincente contro il mal di gola. Combinati insieme con l’aggiunta di qualche goccia di limone, sono un rimedio potente ad azione antinfiammatoria e antibatterica.

 

Camomilla

Sono note le proprietà antibatteriche, antimicotiche, sedative ed antinfiammatorie della camomilla da assumere come tisana o da usare per gargarismi.

 

Spirea

mal-di-gola-spirea

La spirea è un valido antinfiammatorio ed un calmante. Contiene salicilati ad azione analgesica ed antipiretica.

 

Menta, arancio amaro ed eucalipto

I suffumigi a base di menta, arancio amaro ed eucalipto svolgono un’azione balsamica, espettorante, decongestionante, disinfettante ed antinfiammatoria.

 

Consigli

bere-acqua-mal-di-gola

Nel suggerirvi tutti i principali rimedi naturali per combattere e, possibilmente, sconfiggere il mal di gola, vi diamo qualche suggerimento per accelerare la guarigione o prevenire il disturbo:

  • bevete molta acqua durante il giorno;

  • consumate molta frutta e verdura (soprattutto, le vitamine A, C e D che rafforzano le difese immunitarie), ma anche yogurt con fermenti lattici vivi o probiotici;

  • bandite il caffè e le bevande contenenti caffeina che disidratano;

  • evitate i cibi piccanti che irritano le mucose (come il peperoncino) o difficili da digerire (come i grassi e le fritture);

  • mantenete il vostro ambiente ai giusti livelli di umidità (40-60%);

  • riposare più del solito sia con il corpo che con la voce.

Mal di gola da aria condizionata: cause, sintomi e rimedi

 

mal-di-gola-da-aria-condizionata

Neanche d’estate il mal di gola va in vacanza, e sapete perché? La risposta è semplice: a causa dell’aria condizionata e dunque dello sbalzo termico caldo-freddo le vie respiratorie possono essere colpite da un’infiammazione, generando dunque il mal di gola.

Senza contare poi i filtri presenti all’interno dei condizionatori che molto spesso sono il ricettacolo di funghi, germi, batteri.

E’ un disturbo che colpisce tutti, nessuno escluso. Si tratta di un’infiammazione a carico del cavo orale che indica una reazione di difesa nei confronti degli agenti esterni.

Ma vediamo insieme quali sono le cause, i sintomi del mal di gola da aria condizionata e soprattutto i rimedi che si possono prendere in considerazione per poter risolvere il problema o quantomeno alleviare i sintomi.

 

 

Mal di gola da aria condizionata: cause

mal-di-gola-da-aria-condizionata-cause

Quali sono le cause del mal di gola da aria condizionata? Vediamole più nel dettaglio:

La prima causa è lo sbalzo termico eccessivo. La differenza di temperatura tra l’ambiente esterno con quello interno raffreddato in modo artificiale è dannoso per l’apparato respiratorio in quanto altera i sistemi di termoregolazione.

Per cui, oltre ad accusare il mal di gola, possono comparire altri sintomi quali, l’emicrania, il torcicollo, il raffreddore e dolori articolari.

L’organismo fa molta fatica per potersi abituare a questi repentini cambiamenti soprattutto se durante la giornata succede diverse volte.

Oltre allo sbalzo termico, ci sono altre cause che provocano il mal di gola da aria condizionata. L’aria troppo secca ad esempio, irrita le mucose dell’apparato respiratorio ed ecco che il sintomo in questione compare.

Un’altra causa è rappresentata dalla scarsa manutenzione del condizionatore, in particolar modo la mancata pulizia dei filtri può favorire il mal di gola che come è stato accennato in precedenza si rivela il ricettacolo di germi e batteri, per cui i soggetti allergici ad acari, polline, polvere e quant’altro sono facilmente colpiti dal problema suddetto.

 

Mal di gola da aria condizionata: sintomi

mal-di-gola-da-aria-condizionata-sintomi

Diversi sono i sintomi che possono comparire:

  • Gola arrossata;

  • Difficoltà a deglutire;

  • Sensazione di gola secca;

  • Febbre;

  • Perdita o calo della voce;

  • Dolore nel parlare o mentre si respira;

  • Linfonodi ingrossati in particolar modo ai lati del collo o sotto la gola.

 

Mal di gola da aria condizionata: come prevenirlo?

mal-di-gola-da-aria-condizionata-prevenzione

Per non essere colpiti dal mal di gola da aria condizionata, l’unico modo resta la prevenzione. In che modo è possibile prevenire questo disturbo in estate?

 

In realtà ci sono alcune piccole accortezze, che ora illustreremo nello specifico.

  • La prima regola dunque, è di evitare gli sbalzi termici. Ma come si può fare questo? La risposta è molto semplice: basta portare con sé un piccolo foulard o uno scialle quando si va presso i centri commerciali o in altri luoghi pubblici;
  • In aggiunta è consigliabile posizionare il getto d’aria verso l’alto in modo tale da non colpire direttamente le persone, oppure evitare di lasciare l’aria condizionata accesa durante la notte, o perlomeno regolarla al minimo. Infatti se si dorme con flussi particolarmente elevati si rischia il giorno dopo di ritrovarsi con il classico “colpo della strega”.
  • Un’altra piccola accortezza è la seguente: regolare la temperatura dell’impianto di condizionamento in maniera tale che il flusso di aria non sia particolarmente troppo freddo. Solitamente la temperatura ideale da impostare è 5 o 6 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna, solo così si potrà prevenire il mal di gola da aria condizionata.
  • Se invece in casa sono presenti bimbi piccoli o neonati, in questo caso è doveroso impostare l’aria deumidificata e abbassare la temperatura di non oltre i 3 gradi rispetto alla temperatura esterna.
  • Se si torna a casa accaldati e sudati, è consigliabile aspettare che la temperatura corporea si stabilizzi nuovamente, e poi si potrà procedere con l’accensione del condizionatore.

 

Se la prevenzione non è stata messa in atto, ecco che il mal di gola provocato da aria condizionata può colpire chiunque, nessuno escluso.

In tal caso quali sono i rimedi da prendere in considerazione?

 

 

Mal di gola causato da aria condizionata: rimedi

mal-di-gola-da-aria-condizionata-rimedi-naturali

Moltissimi sono i rimedi naturali che si possono utilizzare per poter risolvere il problema. Vediamoli quali sono:

1. Timo

Grazie alle proprietà antibatteriche di cui dispone, il timo si rivela un ottimo rimedio naturale da prendere in considerazione per eliminare il problema. Svolge altresì una funzione disinfettante, per cui utilizzando questo vegetale si potrà avvertire una sorta di sollievo in gola. Il suo impiego è molto semplice: in una piccola ciotola di acqua fredda diluire poche gocce di olio essenziale di timo e procedere con dei gargarismi almeno 3 volte al giorno finché il mal di gola non passerà.

In alternativa si può anche utilizzare la tintura madre. E’ consigliabile a tal riguardo versare 20 gocce diluite nelle tisane tiepide.

 

2. Salvia

Grazie alle proprietà antibatteriche e antisettiche è molto utile nel contrastare il mal di gola. Per vantare di tutti i benefici, ecco come procedere: in 200 ml di acqua bollente versare 1 cucchiaino di foglie di salvia essiccate. Lasciare bollire per 15 o massimo 20 minuti. Filtrare il tutto con un colino a maglie strette e bere la tisana per almeno 2 volte al giorno.

 

3. Oli essenziali per i suffumigi

I suffumigi si rivelano particolarmente utili per combattere tale dilemma. In un litro di acqua bollente versare da 3 a 6 gocce di olio essenziale di menta piperita, ma in alternativa vanno bene anche olio essenziale di limone, pino, timo, eucalipto. Versare il contenuto in una bacinella e con la testa coperta da un asciugamano chinare la testa e iniziare a respirare profondamente. In poco tempo si avvertirà una sensazione di sollievo.

 

3. Propoli

Se il mal di gola  è accompagnato da raffreddore, la propoli grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, e antisettiche aiuteranno chiunque lo voglia a ritornare in forma. Per calmare il bruciore di gola perché non optare per uno spray a base di propoli? Bastano due o tre spruzzi al giorno per alleviare il sintomo.

La propoli è anche un ottimo coadiuvante per rafforzare il cuoio capelluto. Per la perdita dei capelli infatti, molti ricorrono a tale espediente, e i suoi benefici sono alquanto notevoli. Sarà invece un rimedio pressocchè inutile in caso di alopecia androgenetica; in questo caso le uniche soluzioni sono il trapianto di capelli (o la nuovissima soluzione del trapianto a capelli lunghi) o l'assunzione di farmaci come finasteride e minoxidil a vita.

 

4. Tea tree oil

L’olio essenziale di Melaleuca è un vero e proprio toccasana, soprattutto se il problema è in fase iniziale. Basta tenere in bocca tre gocce di questo olio per poi deglutirlo. Basta assumerlo 3 volte al giorno  per far regredire i sintomi.

Se il sapore è troppo forte, è possibile diluirlo con un cucchiaio di miele oppure di olio di oliva. Il risultato sarà sorprendente!

 

Altri rimedi naturali li trovi in questo articolo: clicca qui!

Mal di gola e vitamina C

 

mal-di-gola-e-vitamina-c

Il nome medico per il mal di gola è la faringite acuta, così chiamata perché l'infiammazione si verifica nella faringe, il tessuto nella parte posteriore della gola che si può vedere quando si apre la bocca. Un mal di gola non è una malattia, ma più comunemente un sintomo di un'infezione batterica o virale.

Dal momento che la gola, insieme al naso, è la prima linea di difesa del corpo contro gli organismi e i batteri dispersi nell'aria, il rivestimento del tessuto di questo passaggio è uno primi siti ad essere colpito da un'infezione.

Quando la gola è infetta il corpo risponde inviando più globuli bianchi nella zona per combattere l'infezione e promuovere la guarigione. Inoltre, i linfonodi del collo si gonfiano per produrre anticorpi utili all'eliminazione dei batteri. Tutto questo si traduce in sintomi tipici come rossore, gonfiore,  dolore e l'allargamento delle "ghiandole" (in realtà i linfonodi) che caratterizzano un mal di gola.

La maggior parte dei mal di gola si risolve da sola entro tre o dieci giorni, ciò significa che di solito non è necessaria una visita medica, tuttavia in caso di un'infezione batterica, è necessario assumere antibiotici con prescrizione medica.

Spesso i mal di gola causati da un'influenza o da virus del raffreddore, da allergie o sostanze irritanti ambientali sono meglio gestiti con rimedi naturali e tecniche di auto-cura. Questi aiutano a rafforzare il sistema immunitario del corpo per eliminare l'infezione e forniscono anche sollievo dal disagio del mal di gola, oltre ad essere molto sicuri da usare fino alla scomparsa dei sintomi.

Vitamine, minerali ed erbe possono essere molto utili per il trattamento del mal di gola ed essere assunti con farmaci da banco o con prescrizione medica per raffreddori e allergie.

La vitamina C in particolare aiuta a combattere le infezioni delle vie respiratorie superiori, che sono spesso causa di mal di gola.

La vitamina C ha anche proprietà antistaminiche, che la rendono particolarmente utile per i mal di gola legati alle allergie in quanto aiuta a bloccare l'effetto delle sostanze infiammatorie che alcune persone producono in risposta ad allergeni come polline e peli di animali domestici.

Vediamo nel dettaglio quale rapporto intercorre tra mal di gola e Vitamina C, quali i benefici per la salute e in che modo assumerla.

 

 

Mal di gola e vitamina C: rimedi e benefici

mal-di-gola-vitamina-c

Un trattamento eccellente per un mal di gola esistente o per prevenire l'infezione è l'assunzione di alte dosi di vitamina C. L'assunzione di integratori vitaminici e altri nutrienti essenziali è un approccio standard molto efficace per combattere la malattia che rientra nella categoria di Medicina Ortomolecolare.

Al giorno d'oggi, frutta, patate e verdure in generale contengono pochissima vitamina C (soprattutto prodotti non freschi e già lavorati), e la maggior parte delle persone non riesce a mangiare la quantità raccomandata di questi alimenti.

Diete malsane e mancanza di vitamina C aumentano il rischio di raffreddori, influenza e altre infezioni, semplicemente perché il sistema immunitario consuma grandi quantità di vitamina C in relazione ai primi attacchi esplosivi che impediscono al virus di causare un'infezione. La vitamina C ha anche un ruolo importante nel combattere le infezioni e impedire loro di trascinarsi e portare a complicazioni come la bronchite o la polmonite.

Durante il periodo invernale, molte persone sono colpite da mal di gola e influenza e in ambito medico sembra esserci molta attenzione alla vitamina D come fonte di prevenzione.

Tuttavia, abbiamo anche bisogno di Vitamina C, in quanto questo nutriente ha un numero elevato di proprietà anti-virali che aiutano il sistema immunitario a combattere le infezioni in modi diversi e protegge nello stesso tempo altri organi vitali del nostro corpo come ad esempio la vista, anche se in questo caso è necessario combinarla con altre soluzioni ottiche mirate (puoi approfondire sul sito caradonnaottica.it).

 

mal-di-gola-vitamina-c-dosi

La vitamina C è anche conosciuta come acido ascorbico ed è una sostanza nutritiva che la maggior parte dei mammiferi è in grado di produrre da sola, solo gli umani e gli antropoidi hanno perso questa capacità a causa dell'evoluzione.

Questa vitamina aumenta il numero e l'efficacia dei circa 500 miliardi di globuli bianchi che lavorano tutto il giorno nel nostro corpo ed in particolare quelli presenti nelle vie aree ne hanno bisogno per proteggerci dagli agenti patogeni presenti nell'aria, come i germi e il virus dell'influenza, che sono la principale causa del mal di gola.

Studi di laboratorio condotti sui cosiddetti topi Gulo che non sono in grado di produrre vitamina C dimostrano che l'integrazione di vitamina C ha effetti antivirali stimolando la produzione di interferone durante le prime fasi di un'infezione, specialmente con l'influenza e sintomi associati ad essa come il mal di gola.

Poiché la vitamina C è solubile in acqua, non viene immagazzinata nel corpo, motivo per cui è necessario consumarla regolarmente. A tale proposito, è importante tenere a mente che il nostro fabbisogno di nutrienti aumenta in situazioni con infezioni e vari tipi di stress.

 

 

Giuste dosi di vitamina C somministrate per via orale (o sotto la cura di un medico, tramite iniezione endovenosa) possono abbattere un'infezione virale o batterica neutralizzando le tossine prodotte dall'infezione e rafforzando il sistema immunitario per una lotta più potente contro i batteri e/o virus che colpiscono anche in caso di mal di gola.

La dose giornaliera di Vitamina C contro il mal di gola deve essere proporzionale al peso corporeo: 15-50 mg  al giorno, o per neonati e bambini, 500 mg per ogni anno della loro età,  ad esempio nei bambini di  1 anno la dose raccomandata è di 500 mg / giorno o 130 mg / pasto.

Per quanto riguarda la modalità di somministrazione ai bambini è consigliabile miscelare 500 mg di vitamina C in polvere nel succo di frutta, ad esempio arancia, ananas o succo di pompelmo.

 

mal-di-gola-vitamina-c-caramella-integratori

In alternativa si può ricorrere a 500 mg di caramelle alla vitamina C al gusto di agrumi.

È possibile rompere o tagliare gustose compresse masticabili a metà o quarti per dividere le dosi: schiacciare una compressa dura tra due cucchiaini permetterà di ottenere una polvere fine da sciogliere e ingerire insieme ad alimenti e bevande.

In caso di infezione grave, è possibile aumentare la dose di Vitamina C, poiché il corpo ne ha particolarmente bisogno e ne assorbe in maggiori quantità per difendersi dallo stress della malattia.

La vitamina C è essenziale per molti importanti percorsi biochimici, tra cui la sintesi del collagene, una proteina importante nella pelle e nelle mucose della bocca, delle tonsille e della gola, pertanto un livello adeguato di questa vitamina aiuta i tessuti che rivestono le membrane mucose a riprendersi da un'infezione, oltre ad essere molto efficace in aggiunta al trattamento con penicillina nelle infezioni da streptococco e in tutti i mal di gola causati da virus.

Inoltre, gli studi dimostrano che la vitamina C riduce la durata dei sintomi respiratori, specialmente nelle persone sottoposte a stress fisico, supportando il sistema immunitario e fortificandolo contro le infezioni, allo stesso tempo essa è un potente antiossidante che protegge le cellule e i tessuti circostanti dal danno causato dai radicali liberi. Ai primi segni di un'infezione, può essere una buona idea assumere supplementi extra di selenio e zinco, in quanto questi minerali contribuiscono anche ai processi immunitari esplosivi e fungono da antiossidanti allo stesso tempo.

Non appena si sviluppano i segni di un mal di gola, è altrettanto importante assumere 1.000 milligrammi di vitamina C al giorno e consumare alimenti come pompelmo, kiwi, fragole, arance, cavoli, che ne contengono in quantità piuttosto elevate.

La vitamina C non può curare un raffreddore o un attacco di influenza, una volta che il virus ha preso piede e si manifesta il tipico mal di gola, tuttavia è utile per una corretta prevenzione rafforzando le difese immunitarie; ciò contribuisce a una ripresa più rapida e previene infezioni successive come bronchiti, infezioni dell'orecchio medio e polmonite.

fuoco di sant'Antonio

fuoco-di-santantonio

Qual'è il tuo peso ideale?

Stitichezza: le cure

Denti bianchi: il segreto

Cure caduta capelli

Rimedi periartrite

Rimedi colite

Unghie gel e smalto

Rimedi amenorrea

Miglior contorno occhi

Cure per la gastrite

Uveite: cause e rimedi

Demenza senile

Brufoli: come eliminarli

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo