Mal di gola e reumatismi

 

mal-di-gola-reumatismi

Esiste una relazione diretta tra il mal di gola e i reumatismi? Sì, per quanto possa sembrare strano, specialmente nei bambini e nei ragazzi tra i 5 e i 15 anni anche se in realtà in Italia è un fenomeno assai raro come testimoniano le statistiche che parlano di un caso ogni centomila persone.

 

 

Mal di gola e reumatismi, qual è il collegamento?

Tutto comunque comincia con una febbre reumatica, una malattia che è in pratica la degenerazione di un semplice mal di gola oppure di una tonsillite. In pratica si sviluppa come risposta immunitaria anormale dopo un’infezione da streptococco che colpisce le vie aeree in individui che sono già predisposti geneticamente: il sistema immunitario combatte non soltanto lo streptococco, ma anche indirettamente alcuni tessuti del corpo e così dalla semplice infezione dell’apparato respiratorio si passa a problemi più gravi. Nei casi più gravi può comportare anche gravi problemi di cuore, ma più in generale la sua manifestazione più evidente è quella dei dolori reumatici in particolare al ginocchio che si presenta dolorante e infiammato.

Solitamente il reumatismo legato alla febbre reumatica è figlio di tonsilliti che non vengono curate a dovere, problemi di salute facilmente riconoscibili per la presenza di mal di gola, febbre, placche e secrezioni abbondanti, oltre che l’ingrossamento doloroso dei linfonodi del collo. Nel caso raro di degenerazione, possono subentrare dolori alle articolazioni, a cominciare da quelle del ginocchio (oltre che delle spalle, delle caviglie e dei gomiti). Le statistiche mediche dicono che si tratta di una malattia che colpisce in età giovanile, ma possono presentarsi anche recidive fino a 25 anni nel caso in cui non sia stata programmata una profilassi antibiotica permanente.

 

 

Diagnosi e cura della febbre reumatica

febbre-reumatica

Ma come si diagnostica la febbre reumatica che comporta tra le sue conseguenze anche forti dolori alle articolazioni del ginocchio?

In genere questi casi sono seguiti direttamente da pediatri reumatologi ed eventualmente solo in un secondo caso da altri specialisti come i cardiologi (per i problemi che può comportare al cuore) oppure gli ortopedici.

In ogni caso esistono diversi esami strumentali per stabilire se si tratta di mal di gola legato alla febbre reumatica: in primis gli esami del sangue, mentre la coltura da streptococco ottenuta tramite un tampone non serve perché lo stesso streptococco potrebbe essere stato espluso dalla gola all’esordio.

La febbre reumatica e tutte le sue conseguenze, a cominciare dal dolore al ginocchio, vengono inizialmente curati con cicli di antibiotici a cominciare dalla penicillina che deve essere assunta per un lungo periodo di tempo, con cortisone o prodotti simili a seconda del grado di gravità della malattia, con farmaci che combattono la febbre e le infiammazioni articolari. Ma occorre che durante la malattia il soggetto che è stato colpito stia a riposo assoluto.

fuoco di sant'Antonio

fuoco-di-santantonio

Qual'è il tuo peso ideale?

Stitichezza: le cure

Denti bianchi: il segreto

Cure caduta capelli

Rimedi periartrite

Rimedi colite

Unghie gel e smalto

Rimedi amenorrea

Miglior contorno occhi

Cure per la gastrite

Uveite: cause e rimedi

Demenza senile

Brufoli: come eliminarli

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo