Mal di gola e vitamina C

 

mal-di-gola-e-vitamina-c

Il nome medico per il mal di gola è la faringite acuta, così chiamata perché l'infiammazione si verifica nella faringe, il tessuto nella parte posteriore della gola che si può vedere quando si apre la bocca. Un mal di gola non è una malattia, ma più comunemente un sintomo di un'infezione batterica o virale.

Dal momento che la gola, insieme al naso, è la prima linea di difesa del corpo contro gli organismi e i batteri dispersi nell'aria, il rivestimento del tessuto di questo passaggio è uno primi siti ad essere colpito da un'infezione.

Quando la gola è infetta il corpo risponde inviando più globuli bianchi nella zona per combattere l'infezione e promuovere la guarigione. Inoltre, i linfonodi del collo si gonfiano per produrre anticorpi utili all'eliminazione dei batteri. Tutto questo si traduce in sintomi tipici come rossore, gonfiore,  dolore e l'allargamento delle "ghiandole" (in realtà i linfonodi) che caratterizzano un mal di gola.

La maggior parte dei mal di gola si risolve da sola entro tre o dieci giorni, ciò significa che di solito non è necessaria una visita medica, tuttavia in caso di un'infezione batterica, è necessario assumere antibiotici con prescrizione medica.

Spesso i mal di gola causati da un'influenza o da virus del raffreddore, da allergie o sostanze irritanti ambientali sono meglio gestiti con rimedi naturali e tecniche di auto-cura. Questi aiutano a rafforzare il sistema immunitario del corpo per eliminare l'infezione e forniscono anche sollievo dal disagio del mal di gola, oltre ad essere molto sicuri da usare fino alla scomparsa dei sintomi.

Vitamine, minerali ed erbe possono essere molto utili per il trattamento del mal di gola ed essere assunti con farmaci da banco o con prescrizione medica per raffreddori e allergie.

La vitamina C in particolare aiuta a combattere le infezioni delle vie respiratorie superiori, che sono spesso causa di mal di gola.

La vitamina C ha anche proprietà antistaminiche, che la rendono particolarmente utile per i mal di gola legati alle allergie in quanto aiuta a bloccare l'effetto delle sostanze infiammatorie che alcune persone producono in risposta ad allergeni come polline e peli di animali domestici.

Vediamo nel dettaglio quale rapporto intercorre tra mal di gola e Vitamina C, quali i benefici per la salute e in che modo assumerla.

 

 

Mal di gola e vitamina C: rimedi e benefici

mal-di-gola-vitamina-c

Un trattamento eccellente per un mal di gola esistente o per prevenire l'infezione è l'assunzione di alte dosi di vitamina C. L'assunzione di integratori vitaminici e altri nutrienti essenziali è un approccio standard molto efficace per combattere la malattia che rientra nella categoria di Medicina Ortomolecolare.

Al giorno d'oggi, frutta, patate e verdure in generale contengono pochissima vitamina C (soprattutto prodotti non freschi e già lavorati), e la maggior parte delle persone non riesce a mangiare la quantità raccomandata di questi alimenti.

Diete malsane e mancanza di vitamina C aumentano il rischio di raffreddori, influenza e altre infezioni, semplicemente perché il sistema immunitario consuma grandi quantità di vitamina C in relazione ai primi attacchi esplosivi che impediscono al virus di causare un'infezione. La vitamina C ha anche un ruolo importante nel combattere le infezioni e impedire loro di trascinarsi e portare a complicazioni come la bronchite o la polmonite.

Durante il periodo invernale, molte persone sono colpite da mal di gola e influenza e in ambito medico sembra esserci molta attenzione alla vitamina D come fonte di prevenzione.

Tuttavia, abbiamo anche bisogno di Vitamina C, in quanto questo nutriente ha un numero elevato di proprietà anti-virali che aiutano il sistema immunitario a combattere le infezioni in modi diversi e protegge nello stesso tempo altri organi vitali del nostro corpo come ad esempio la vista, anche se in questo caso è necessario combinarla con altre soluzioni ottiche mirate (puoi approfondire sul sito caradonnaottica.it).

 

mal-di-gola-vitamina-c-dosi

La vitamina C è anche conosciuta come acido ascorbico ed è una sostanza nutritiva che la maggior parte dei mammiferi è in grado di produrre da sola, solo gli umani e gli antropoidi hanno perso questa capacità a causa dell'evoluzione.

Questa vitamina aumenta il numero e l'efficacia dei circa 500 miliardi di globuli bianchi che lavorano tutto il giorno nel nostro corpo ed in particolare quelli presenti nelle vie aree ne hanno bisogno per proteggerci dagli agenti patogeni presenti nell'aria, come i germi e il virus dell'influenza, che sono la principale causa del mal di gola.

Studi di laboratorio condotti sui cosiddetti topi Gulo che non sono in grado di produrre vitamina C dimostrano che l'integrazione di vitamina C ha effetti antivirali stimolando la produzione di interferone durante le prime fasi di un'infezione, specialmente con l'influenza e sintomi associati ad essa come il mal di gola.

Poiché la vitamina C è solubile in acqua, non viene immagazzinata nel corpo, motivo per cui è necessario consumarla regolarmente. A tale proposito, è importante tenere a mente che il nostro fabbisogno di nutrienti aumenta in situazioni con infezioni e vari tipi di stress.

 

 

Giuste dosi di vitamina C somministrate per via orale (o sotto la cura di un medico, tramite iniezione endovenosa) possono abbattere un'infezione virale o batterica neutralizzando le tossine prodotte dall'infezione e rafforzando il sistema immunitario per una lotta più potente contro i batteri e/o virus che colpiscono anche in caso di mal di gola.

La dose giornaliera di Vitamina C contro il mal di gola deve essere proporzionale al peso corporeo: 15-50 mg  al giorno, o per neonati e bambini, 500 mg per ogni anno della loro età,  ad esempio nei bambini di  1 anno la dose raccomandata è di 500 mg / giorno o 130 mg / pasto.

Per quanto riguarda la modalità di somministrazione ai bambini è consigliabile miscelare 500 mg di vitamina C in polvere nel succo di frutta, ad esempio arancia, ananas o succo di pompelmo.

 

mal-di-gola-vitamina-c-caramella-integratori

In alternativa si può ricorrere a 500 mg di caramelle alla vitamina C al gusto di agrumi.

È possibile rompere o tagliare gustose compresse masticabili a metà o quarti per dividere le dosi: schiacciare una compressa dura tra due cucchiaini permetterà di ottenere una polvere fine da sciogliere e ingerire insieme ad alimenti e bevande.

In caso di infezione grave, è possibile aumentare la dose di Vitamina C, poiché il corpo ne ha particolarmente bisogno e ne assorbe in maggiori quantità per difendersi dallo stress della malattia.

La vitamina C è essenziale per molti importanti percorsi biochimici, tra cui la sintesi del collagene, una proteina importante nella pelle e nelle mucose della bocca, delle tonsille e della gola, pertanto un livello adeguato di questa vitamina aiuta i tessuti che rivestono le membrane mucose a riprendersi da un'infezione, oltre ad essere molto efficace in aggiunta al trattamento con penicillina nelle infezioni da streptococco e in tutti i mal di gola causati da virus.

Inoltre, gli studi dimostrano che la vitamina C riduce la durata dei sintomi respiratori, specialmente nelle persone sottoposte a stress fisico, supportando il sistema immunitario e fortificandolo contro le infezioni, allo stesso tempo essa è un potente antiossidante che protegge le cellule e i tessuti circostanti dal danno causato dai radicali liberi. Ai primi segni di un'infezione, può essere una buona idea assumere supplementi extra di selenio e zinco, in quanto questi minerali contribuiscono anche ai processi immunitari esplosivi e fungono da antiossidanti allo stesso tempo.

Non appena si sviluppano i segni di un mal di gola, è altrettanto importante assumere 1.000 milligrammi di vitamina C al giorno e consumare alimenti come pompelmo, kiwi, fragole, arance, cavoli, che ne contengono in quantità piuttosto elevate.

La vitamina C non può curare un raffreddore o un attacco di influenza, una volta che il virus ha preso piede e si manifesta il tipico mal di gola, tuttavia è utile per una corretta prevenzione rafforzando le difese immunitarie; ciò contribuisce a una ripresa più rapida e previene infezioni successive come bronchiti, infezioni dell'orecchio medio e polmonite.

fuoco di sant'Antonio

fuoco-di-santantonio

Qual'è il tuo peso ideale?

Stitichezza: le cure

Denti bianchi: il segreto

Cure caduta capelli

Rimedi periartrite

Rimedi colite

Unghie gel e smalto

Rimedi amenorrea

Miglior contorno occhi

Cure per la gastrite

Uveite: cause e rimedi

Demenza senile

Brufoli: come eliminarli

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo