Mal di gola ed erboristeria

 

mal-di-gola-erboristeria

I virus e i batteri che provocano il mal di gola si possono combattere anche con l'aiuto delle piante officinali e più in generale dei prodotti acquistabili in erboristeria. Sono sempre maggiori infatti i rimedi alternativi alle medicine tradizionali, considerati anche meno invasivi e più salutari.

 

 

Un mare di piante

L'elenco delle erbe e delle piante officinali, ma anche di uso più comune, buone per eliminare il fastidio derivante dal mal di gola è decisamente lungo. Ci sono i propoli, la malva, l'agrimonia, la  tormentilla, la maleluca, la menta piperita ma anche ginseng, rodiola, astragalo, thé verde, mirtillo rosso americano, oltre a salice e spirea olmaria.

Accanto a queste ci sono le piante con le quali preparare degli infusi. Come la santoreggia, le cui foglie vengono utilizzate in cucina ma anche per curare alcune malattie. Basterà preparare un infuso di santoreggia essiccata (4 grammi ogni 100 ml d'acqua), lasciandola in infusione diversi minuti prima di filtrare il liquido e lasciarlo raffreddare per praticare sciacqui o gargarismi.

Oppure l'olio essenziale di eucalipto è ricco di eucaliptolo che serve per combattere i germi. Se ne possono versare tre o quattro gocce in un litro di acqua bollente e poi praticare l'aerosol, oppure ne bastano un paio di gocce in un bicchiere di acqua tiepida con il quale praticare gargarismi due volte al giorno.

E ancora la liquirizia, considerata uno dei migliori rimedi contro il mal di gola. Sarà sufficiente masticare bastoncini di liquirizia tre o quattro volte al giorno per disinfiammare la gola. Ma la liquirizia può anche essere abbinata alle foglie d'alloro per preparare  un infuso curativo.

 

 

Gli altri rimedi

Dalla maggiorana, altra pianta molto utilizzata in cucina, si ricava un olio essenziale che oltre a combattere la tosse secca aiuta a curare il mal di gola: anche in questo caso bastano poche gocce in acqua calda per effettuare dei suffumigi (ossia le classiche inalazioni fatte sopra una bacinella coprendosi la testa). E con due cucchiaini di foglie essiccate di maggiorana per tazza si può preparare un infuso da utilizzare tiepido per fare i gargarismi.

Anche la salvia ha poteri curativi sorprendenti. Perché moti la utilizzano per combattere il mal di stomaco ma in realtà allevia anche la gola arrossata: con le sue  foglie essiccate  può essere preparato un infuso da bere due o tre volte al giorno (bastano due cucchiaini di salvia per ogni tazza). Una volta lasciato raffreddare, l'infuso può essere utilizzato anche per effettuare gargarismi contro il mal di gola.

fuoco di sant'Antonio

fuoco-di-santantonio

Qual'è il tuo peso ideale?

Stitichezza: le cure

Denti bianchi: il segreto

Cure caduta capelli

Rimedi periartrite

Rimedi colite

Unghie gel e smalto

Rimedi amenorrea

Miglior contorno occhi

Cure per la gastrite

Uveite: cause e rimedi

Demenza senile

Brufoli: come eliminarli

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo